Skip to Content

Grandezza del testo

Current Size: 100%

Stile pagina

Current Style: Standard

logo bandiera lilla

bandiera-lilla_header.jpg

Logo bandiera blu

bandiera_blu.gif

Logo AICC

aicc.gif

Logo RINA

RINA_ISO-14001_col.jpg

Itinerario: Parco Zambellini - Torre Bregalla

Versione stampabileVersione stampabileVersione PDFVersione PDF

Itinerario:  ParcoZambellini – Torre Bregalla

Tempo percorrenza: ore 2,30 (andata e ritorno)
Difficoltà : escursionistica
Segnavia: dall’inizio sino alla spartiacque Albisola-Celle poi sino a Torre Bregalla

_____________________________________________________________________

Partendo dall’ingresso di villa Zambellini si percorre via dei Siri tra i campi coltivati, case contadine, “crose” (antiche vie itinerariointerpoderali liguri) e serre. Si sale sino ad un colletto dove passava l’antica via romana.

Qui si prosegue a destra seguendo il segnavia Sulla destra si può ammirare l’antica casa dei Paraxi.

Il percorso continua tra fasce di coltivi ad ulivo ed abitazioni che mantengono la struttura delle vecchie case contadine liguri (la zona viene chiamata “costa dei Siri”).
In 20 minuti si giunge ad una vasca per l’acqua piovana, dove si abbandona la strada asfaltata e si imbocca un sentiero sterrato, in salita, che si inerpica in mezzo ai boschi di querce, lecci, corbezzoli e con un fitto sottobosco a macchia mediterranea.

Si giunge in una piccola pinetaia che si estende su di un falso piano. Il sentiero attraversa quindi un bosco di erica, corbezzoli e felci.

Ad un’ora circa dalla partenza, si giunge sulla sommità della collina dove si trovano le indicazioni che portano al mulino a vento di Sanda (percorso natura svoltare a sinistra) e a Torre Bregalla – Pecorile (sulla destra).

Qui avviene anche il cambio di segnavia Seguendo le indicazioni a destra cisi inerpica per una breve, ma scoscesa salita che dopo circa cinque minuti porta al punto panoramico di Torre Bregalla.

Per il ritorno si procede sullo stesso itinerario dell’andata.

E’ possibile, seguendo il segnavia giungere a Pecorile-Celle dove è possibile trovare l’autobus di linea, oppure si ritorna a bivio (dove cambia il segnavia ), si prosegue sullo spartiacque giungendo a Sanda, da dove con mezzo pubblico (linea Sanda-Celle), si arriva a Celle.

Oltre agli stupendi panorami che si possono ammirare nelle giornate di nitidezza, il percorso offre all’escursionista la possibilità di raccogliere diverse specie di erbe aromatiche e piante della flora mediterranea